Trissino, una catena umana intorno alla Miteni per dire no ai PFAS

Una stretta non solo simbolica ma pacifica attorno alla Miteni, la fabbrica che mette in pericolo la salute delle persone che vivono nel territorio di tre province del Veneto a causa degli inquinanti PFAS. Dopo i 65 milioni per le bonifiche è arrivato lo stato di emergenza e presto arriverà la nomina del commissario. La procura sta valutando il reato di disastro ambientale: con l’introduzione degli ecoreati voluta dal governo Renzi si può perseguire la Miteni quale responsabile, anche se l’azienda ha sempre sostenuto che non ‘sapeva di inquinare ‘.

2018-04-28T12:12:57+00:00 22 aprile 2018|Senza categoria|